Battuta di caccia al cinghiale

Sabato scorso si sono svolte nei comune di San Romano in Garfagnana e di Villa Collemandina delle battute di caccia al cinghiale in seguito a un’ordinanze sindacale. In particolare i due sindaci avevano  emesso “un’ordinanza contingibile e urgente (o di necessità e urgenza)” per contenimento dei cinghiali in quanto questa specie oltre che a provocare grossi danni alle colture, in questi ultimi tempi ha anche provocato seri problemi di sicurezza sia della viabilità, in riferimento agli attraversamenti improvvisi e rapidi delle strade, sia in relazione alla circostanza che i cinghiali si avvicinano  sempre più ai centri  abitati per ricercare cibo (orti) con tutte le conseguenze intermini di sicurezza per le persone. Le battuta eseguite nei territori dei due comuni, con successo, sotto il controllo della Polizia Municipale dell’Unione Comuni della Garfagnana, dalle varie squadre di presenti nei territorio comunali e ha avuto esito positivo  in un clima di collaborazione e di amicizia.

I sindaci di San Romano e Villa Collemandina ringraziano la Provincia per la disponibilità manifestata

nonché i vigili e municipali e l’Arma dei carabinieri per il servizio prestato durante la battuta. Un particolare

ringraziamento ai cacciatori dei due comuni  che con la loro numerosa partecipazione alla battuta hanno

manifestato l’attaccamento al proprio territorio e alla sua sicurezza. 

 

Inaugurata la Scuola Primaria di Villa Collemandina

Il giorno 17 ottobre è stata inaugurata dopo  un importante  intervento strutturali  la scuola primaria di Villa Collemandina intitolata allo storico Garfagnino originario di Villa Collemandina  Domenico Pacchi.

L’interveto sul plesso scolastico, finanziato quasi completamente con fondi ministeriali, di circa € 300.000,00  ha riguardato in primo luogo la messa in sicurezza complessiva  della struttura dal punto di vista sismico, poi si è indirizzato sull’impianti elletrici ed idraulici, sul tetto, con la previone di un impianto di riscaldamento a pavimento.

All’inaugurazione oltre agli amministrori del Comune di Villa Collemadina, il Dirigente scolastico dell’Istituto Compressivo di Castigluione Garg,  erano presenti il Sindaco di Pieve Fosciana, un rappresentate del Comune di Castiglioni di Garf.  nonché il Presidente della Conferenza dei Sindaci della Valle del Serchio per la scuola Renzo Pia. Attualmente la scuola primaria di Villa Collemandina è composta da circa 30 alunni,  da notare che il plesso scolastico è collocato nelle vicinanze degli impianti sportivi comunali , potendo cosi i bimbi andare e giocare in sicurezza in un ambiente adeguato.

Per vedere alcune foto dell’inaugurazione clicca qui

Nuovo riconoscimento al Comune di Villa Collemandina

Il Comune di Villa Collemandina, ha ricevuto, dalla regione Toscana , il Premio
Toscana Ecoefficiente 2012. Infatti il Comitato scientifico Regionale ha considerato un progetto realizzato dall’Amministrazione una buona pratica amministrativa nel campo ambientale con conseguente concessione del Logo “Toscana Ecoefficiente” per l’anno 2012.

Il progetto premiato dalla regione consiste nel dotare il nuovo plesso scolastico della frazione di Corfino di una rete di pannelli Fotovoltaici.

In particolare è stato realizzato un impianto fotovoltaico della potenza di circa 15 kWp che oltre a produrre energia elettrica per l’autoconsumo, serve a garantire il riscaldamento della nuova scuola. L’Amministrazione ha inteso, mediante l’utilizzo di pompe di calore ad elevata efficienza, impiegare l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico per riscaldare gli ambienti scolastici, con l’importante beneficio di azzerare i consumi di combustibili tradizionali (gasolio, GPL) evitando emissioni di CO2 nell’ambiente.
In altre parole con la realizzazione dell’impianto, denominato “Impianto 14,8 kWp – Scuola elementare Corfino”, si è voluto conseguire un significativo risparmio energetico per la struttura servita, mediante il ricorso alla fonte energetica rinnovabile del Sole. Il ricorso a tale tecnologia nasce dall’esigenza di coniugare:
la compatibilità con esigenze architettoniche e di tutela ambientale;
nessun inquinamento acustico;
un risparmio di combustibile fossile;
un risparmio di energia primaria per il riscaldamento;
una produzione di energia elettrica senza emissioni di sostanze inquinanti.

L’analisi energetica dell’edificio prevede che siano necessari circa 27.000 kWh/anno per il riscaldamento. Considerando un C.O.P. medio delle p.d.c. pari a 2,3 risultano necessari 11.700 kWh di energia elettrica. Tenendo conto di un consumo di 4.500 kWh/anno per l’illluminazione, utilizzo dei PC, ecc. abbiamo la necessità di 16.200 kWh/anno. L’impianto fotovoltaico è stato dimensionato per produrre circa 16.900 kWh/anno e quindi sufficiente per coprire tutto il fabbisogno.

Già nel 2008 il Comune di Villa Collemandina aveva ricevuto, dalla Regione Toscana, la segnalazione e l’utilizzo del logo “Toscana Ecoefficienza -2008” per le buone pratiche in campo energetico. Per aver realizzato nel 2007 tre impianti fotovoltaici per l’autoproduzione di energia da fonte completamente rinnovabile, installati presso gli edifici del campo sportivo, della scuola elementare e dell’asilo del capoluogo che costituivano all’epoca la prima realizzazione in Garfagnana di impianti di tal genere.

Clicca qui per vedere un’altra foto degli impianti di Corfino

Clicca qui per vedere la presentazione del Progetto “Scuola a energia 0”

L'impianto fotovoltaico di Corfino

Presso il nuovo edificio scolastico “Don Bosco” di Corfino sono ormai quasi conclusi i lavori per l’installazione di un impianto fotovoltaico. Si tratta di un nuovo intervento nel campo delle energie alternative, che segue altre opere simili già realizzate dal Comune di Villa Collemandina. Nel 2007 infatti gli impianti sportivi, la scuola materna e la scuola elementare del capoluogo furono dotati di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia. Attualmente il progetto redatto dall’ingegnere Andrea Poli e che è in corso di realizzazione ad opera della Ditta Società Thermoidea prevede un impianto installato a terra che avrà una potenza pari a 14,85 kW e la cui produzione stimata di circa 17000 kWh deriverà da 66 moduli occupanti una superficie di 106, 72 metri quadrati. Il complesso sarà in grado di garantire alla scuola primaria la totale autosufficienza per quanto riguarda il riscaldamento ed il consumo di energia elettrica. L’intervento finanziato per il 20% dalla Regione Toscana e per la parte rimanente dallo stesso Comune di Villa Collemandina dimostra nuovamente la particolare sensibilità dell’amministrazione comunale alle tematiche ambientali e l’attenzione ai problemi connessi all’inquinamento atmosferico.

Per vedere alcune foto cliccate qui.

Approvata Convenzione per la realizzazione di un impianto eolico

Nell’ultimo Consiglio comunale, lo scorso febbraio, a Villa Collemandina è stata approvata una convenzione regolante la costituzione del diritto di superficie e di altri diritti a favore della società Borelleta S.r.l.  in vista della realizzazione di un importante intervento nel campo delle energie alternative. L’interessante progetto,  proposto al Comune di Villa Collemandina dall’amministratore di detta Società Massimiliano Lunardi,  prevede un iniziale piano di monitoraggio anemometrico al quale seguirà in caso di esito positivo  l’installazione, l’esercizio e la gestione di un impianto di produzione energetica da fonte eolica da costruirsi nel territorio comunale presso la località Foce di Terrarossa.  L’amministrazione Comunale ha accolto con estremo entusiasmo l’idea proprio per i benefici che potrà comportare per la comunità in termini di lavoro e di miglioramento delle finanze comunali, il tutto senza dover sostenere alcun carico di spesa. Il Comune di Villa Collemandina,  non solo da oggi,  dimostra particolare interesse nella ricerca di metodi alternativi alla produzione di energia, già in passato è stato tra i primi in Garfagnana ad installare impianti fotovoltaici, ed ora è ancora in prima linea con questa nuova iniziativa che mira a sfruttare la forza del vento, una fonte pulita e molto produttiva. Si spera di poter realizzare il tutto nel più breve tempo possibile tenuto conto anche dell’iter complesso che sarà necessario affrontare ed è notevolmente importante l’impegno che la Società Borelleta intende dedicare alla salvaguardia dei diversi interessi che potranno venire in considerazione con la realizzazione di un impianto rispettoso dell’ambiente e della natura che ci circonda.

1 2